SAIPEM 07/01/2011

Pubblicato: gennaio 7, 2011 da Trading Warrior in Danieli, Eni, Saipem, Trevi

Deutsche Bank conia un nuovo target price per Saipem. Christyan Malek della banca tedesca nel report che ha firmato questa mattina ha confermato Saipem tra le sue top pick, prevedendo un forte re-rating per l’azione anche quest’anno. Secondo i calcoli dell’esperto Saipem potrebbe arrivare a quotare fino a 44 euro. Il motivo? “L’esposizione di Saipem sia ai nostri temi preferiti e sia alle aree più interessanti con i miglioramenti strutturali che il gruppo ha realizzato sul fronte asset dovrebbero permettergli un rilancio degli ordini, forti ritorni di mercato e una crescita importante degli utili”. Un punto a favore del gruppo italiano lo giocherà anche lo scenario.
Quest’anno il broker ha messo in conto che verranno investiti qualcosa come 440 miliardi di dollari nel settore engineering e costruzione. Un gettone che in realtà è solo la punta dell’icerberg. “Nel 2013, ha previsto l’analista di DB, i livelli degli investimenti dovrebbero superare il picco toccato nel 2008, ossia dovrebbero tornare a rivedere i livelli pre-crisi”. Indicazioni che si rifletteranno ovviamente nella valutazione del settore dei servizi petroliferi. “Sull’Ev/ Dacf 2012 il comparto tratta attualmente 9 volte, ossia a sconto del 13% sulla media storica (2000-2010) di 10,3 volte. Pertanto prevediamo che la crescita media annua composta dell’Eps tra il 2010-13 sarà nell’ordine del 18%. Alla luce dell’aumento degli investimenti siamo portati a pensare che nel medio termine potremmo assistere a un incremento degli Eps. Questo ci spinge a ritenere che il settore sui multipli che abbiamo indicato al 2012 potrebbe anche trattare a un premio del 10% sui valori storici – puntualizza il broker – Il miglioramento della visibilità dei flussi di cassa unita a un miglioramento generale del rapporto rischio/ esecuzione tra contractor e cliente giustificherà il perché noi pensiamo che una società dovrebbe trattare o meno a sconto”. Ma, al di là, dei multipli per l’esperto la partita si giocherà attorno all’incremento del capex: a suo avivso sostenibile nel lungo termine alla luce della domanda in crescita di energia e della sfida nella diversificazione tra le varie fonti energetiche.

07 gennaio alle ore 14.45

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...