Finale con accelerazione

Pubblicato: ottobre 24, 2011 da Trading Warrior in Cina, Commodities, Dow Jones, Eni, Euro, Impregilo, PiazzaAffari, Scenari

Wall Street accelera al rialzo sugli annunci di fusioni societarie e risultati trimestrali sopra le attese. Buoni rialzi per le materie prime, sostenute dalla prospettiva di una ripresa della domanda cinese. L’oro sale dello 0,6% a 1651 dollari l’oncia, il Wti sale dell’1,5% a 88,6 dollari il barile. Il dollaro è in leggero rialzo nei confronti delle principali valute.
A quanto pare i problemi dell’Eurozona non preoccupano più di tanto gli investitori. Nei giorni cruciali per il salvataggio delle banche europee, Wall Street guarda con attenzione alle operazioni di acquisizione annunciate oggi: quella di Oracle su RightNow Technologies e quella di Cigna su Healthspring. Le sacche di volatilità che si generano in giornate di turbolenza come queste sono oro per i day traders.Da segnalare:
Eni (+0,12% a 16,10 euro) sotto tono dopo che questa mattina Exane ha abbassato il target price a 17,5 euro, ribadendo il giudizio underperform. Secondo il broker francese, il cane a sei zampe continua a soffrire a causa di perdite significative nella produzione in Libia che impatteranno sia la divisione Exploration & Production sia la business unit Gas & Power.
Grande balzo di Impregilo che svetta sul paniere principale con un + 6,89% a 2,202 euro. A sostenere le quotazioni pare sia stato un articolo di Affari & Finanza de La Repubblica, che ipotizza nuovi scenari all’interno dell’azionariato di controllo del gruppo delle costruzioni.

commenti
  1. Stanislaw scrive:

    In questa fase le notizie riportate dai giornali e dalle tv determinano l’andamento dei mercati. Che siano veritiere o infondate, sul momento non sembra importante. 
    Le ultime voci, infondate, parlano di caduta del governo a causa del problema pensioni, e di un accordo già preso con Napolitano per governo tecnico con Letta.
    Ipotesi su Piazza Affari per domani ? Da quel che vedo potrebbe rimbalzare.

  2. Trading Warrior scrive:

    Ho controllato adesso i volumi. Sono ridicoli. Il + 0,12 di ENI è stato sostenuto da scambi ridotti a poco più di 17 milioni di pezzi scambiati, là dove la media è di 20 milioni. Per SAIPEM stesso discorso. Mi pare di vedere un mercato, almeno qui in Italia, che va avanti per forza di inerzia sostenuto dai progressi delle materie prime e delle notizie provenienti dagli Usa, fusioni e trimestrali superiori alla media. Non mi piace come segnale, non promette niente di buono. Su domani non ho nulla da dire, se davvero si va a un governo tecnico un grosso problema viene risolto e allora può iniziare il vero rally.

  3. Trading Warrior scrive:

    30 milioni di pezzi la media per ENI, correggo l’errore di digitazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...