C’era una volta l’investimento

Pubblicato: novembre 8, 2011 da Trading Warrior in PiazzaAffari

Nel suo manuale di trading Vic Sperandeo distingue tre modi di operare in borsa sulla base di altrettanti orizzonti temporali. Se sono un investitore opto per il lungo periodo, 2-4 anni, costruisco il mio portafoglio sulla base di un piano di accumulazione, miro ai titoli più interessanti dal punto di vista del dividend-yeld. Sostanzialmente scommetto sul fatto che a lungo termine il mercato azionario renderà più dell’obbligazionario. La seconda possibilità è quella dello speculatore. Se sono uno speculatore sfrutto l’occasione del momento, una ristrutturazione aziendale, una fusione, ed entro sul mercato con un orizzonte temporale di medio periodo, Vic lo quantifica da 4 a 8 mesi. La terza possibilità è quella del trader, termine difficilmente traducibile in italiano: orizzonte temporale corto, il cosiddetto mordi e fuggi, 2 – 5 giorni al massimo. C’è una quarta possibilità: lo scalper, l’orizzonte temporale si restringe a mezza giornata, qualche ora, a volte minuti. L’andamento di un grafico azionario è indifferente alle grandezze di scala, insegna la teoria dei frattali di Mandelbrot, ne consegue che lo stesso modello, se funziona, lo posso utilizzare in questi quattro modi diversi.
Il manuale di Vic risale alla fine degli anni 90, e il suo argomento sulle caratteristiche dell’investimento non è più valido, a detta di molti operatori. L’affinamento dell’analisi tecnica e la possibilità di ricorrere agli algoritmi del trading ad alta frequenza hanno cambiato lo scenario, strutturalmente, e l’inondazione di liquidità decisa dalla banca centrale americana con le due manovre di allentamento quantitativo, tra il 2008 e il 2009, ha determinato un cambiamento di paradigma. Paradigma nel senso della struttura delle rivoluzioni scientifiche, nel senso dell’epistemologia di Thomas Kuhn. La paura e l’incertezza dominano i mercati di mezzo mondo a partire dalla crisi dei mutui subprime. Credo che l’era dell’investitore sia finita per sempre. E il guerriero del trading segue la regola aurea di Sun Tzu: “Non ti inoltrare nel campo di battaglia, se non conosci la morfologia del territorio”.

commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...