Gli appuntamenti di domani

Pubblicato: novembre 30, 2011 da Trading Warrior in Eni, News, Petrolio, PiazzaAffari, Saipem, Scenari, Tenaris

Quando si cominciano a vedere delle resistenze di un certo spessore, dopo un periodo di navigazione a vista, c’è subito la tendenza a considerare il quadro tecnico più forte di quanto non fosse in precedenza. Probabilmente si tratta solo di un miraggio. Le resistenze da monitorare domani, comunque, sono parecchie, ne indichiamo soltanto tre: il Ftse Mib, il petrolio Wti (resistenza a 101 $/b) e il Dax (resistenza forte a 6.100 punti). Soffermiamoci su Piazza Affari.
Il Ftse Mib oggi si è portato a quota 15.268,66 con un potente balzo del 4,38%. Il test successivo passa per quota 15.500, oltre la quale è prevedibile un allungo in direzione dei 16.000 punti, dopo di che si potrebbe aprire una fase di consolidamento prima di nuovi spunti rialzisti. Sulla banda inferiore un primo allarme scatterà con la rottura di area 14.300, che alimenterà ulteriori affondi verso 14.000 punti. L’ulteriore rottura di questa soglia renderebbe assai probabile il ritorno sui minimi di venerdì scorso in area 13.600, senza escludere estensioni ribassiste fin verso il bottom dell’anno in area 13.100. Un’eventualità estrema con cui ci si deve comunque confrontare. Il DJ in questo momento si trova sopra quota 12.000 punti, e mette a segno un balzo superiore ai 4 punti percentuali, analogamente a quanto hanno fatto il Nasdaq e lo S&P 500.
Il consolidamento dello scenario dipenderà dalle notizie sul fronte macro attese per domani. Negli USA si guarderà al mercato del lavoro, con le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero attestarsi a 390mila unità, in calo dalle 393mila della rilevazione precedente. Per l’indice ISM manifatturiero di novembre le stime parlano di un rialzo a 51,5 punti rispetto ai 50,8 di ottobre. Quota 50, come noto, è lo spartiacque importante sotto il quale si configura uno scenario di contrazione. Infine, le spese per le costruzioni ad ottobre dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,4% dallo 0,2% precedente. In Europa sarà diffuso li dato definitivo dell’indice PMI manifatturiero che a novembre è atteso a 46,4 punti, rispetto ai 47,1 di ottobre.
Da monitorare i titoli del settore petrolifero dopo che i prezzi dell’oro nero si sono spinti nuovamente al di sopra della soglia dei 100 dollari al barile. Oggi Eni è salita a 15,68 (+ 3,70), Tenaris 13,85 (+5,65 %) e Saipem 33,05 (+5,73%).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...