Kim Jong-il è morto

Pubblicato: dicembre 19, 2011 da Trading Warrior in Euro, Petrolio, PiazzaAffari

La scomparsa di Kim Jong-il, il “caro leader” della Corea del Nord, porta scompiglio tra le Borse dell’Estremo Oriente, tutte negative in chiusura. La Corea del Sud, che formalmente è ancora in guerra con il vicino di casa, dato che il conflitto del 1950-53 si è concluso con una semplice tregua ancora in vigore, ha messo allarme le forze armate. Gli USA seguono da vicino l’evolversi della situazione, col prevedibile nervosismo della Cina. Ne approfitta il dollaro, che apre la settimana in rialzo contro euro a quota 1,301 e a quota 78 contro yen. Debole il petrolio su aspettative di un rallentamento della domanda mondiale. Wti e Brent aprono a 93 e 102 dollari il barile.
Le prime indicazioni dai futures sui mercati UE anticipano un avvio negativo di oltre l’1% dopo che l’agenzia Fitch venerdì scorso ha minacciato di tagliare il rating della Francia nell’arco di due anni e quello di sei Paesi della zona euro, compresa l’Italia, entro tre mesi. Gli altri Paesi nel mirino sono Belgio, Cipro, Irlanda, Slovenia e Spagna.
Sul fronte delle aste di titoli di Stato oggi si prevede una giornata tranquilla. Sul mercato sarà presente soltanto la Francia che piazzerà un ammontare massimo di 7 miliardi di euro di bond con scadenza massima a 329 giorni. Non sono previsti dati macro di rilievo dagli USA.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...