Unicredit risorge e spinge Piazza Affari

Pubblicato: febbraio 7, 2012 da Trading Warrior in Euro, Fiat, Fiat Ind, Finmeccanica, Ftse Mib, Intesa San Paolo, Macro, News, Prysmian, Saras, Scenari, spread
Tag:, , , , , , ,

Chiusura positiva per Milano, grazie a uno sprint finale delle banche che ha risollevato una seduta fino a quel momento in altalena, nell’attesa di novità in arrivo da Atene. Le borse europee non hanno preso tutte la stessa direzione: il Ftse100 di Londra e il Dax di Francoforte sono calati rispettivamente dello 0,03% e dello 0,16%, mentre il Cac40 di Parigi è salito dello 0,18%. L’indice FtseMib invece ha chiuso in rialzo dello 0,6% a quota 16.492 punti, con Unicredit in progresso del 4,6%. L’istituto di Piazza Cordusio ha beneficiato della promozione di Morgan Stanley: la raccomandazione della banca USA è passata da “underweight” a “equalweight”, con un prezzo obiettivo di 4,5 euro. Sempre Morgan Stanley ha riservato una ulteriore promozione ad Intesa Sanpaolo, il cui giudizio è stato modificato da “equalweight” a “overweight”, con un prezzo obiettivo rivisto a 1,9 euro.
Da Atene sono trapelate soltanto indiscrezioni secondo le quali il premier Lucas Papademos sarebbe a un passo dall’ottenere la firma dei leader dei tre partiti che sostengono il suo governo sulle misure di austerità chieste dall’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale. L’euro si è rafforzato a 1,325 contro il dollaro, da 1,313 della chiusura precedente. E’ proseguito anche oggi il miglioramento del Btp. Il rendimento del decennale è sceso di 10 punti base al 5,56%, lo spread con il Bund si è ristretto a 360 punti. Sono finite in ribasso Banco Popolare -0,6% e MontePaschi -1,1%.
In calo in tutta Europa, i titoli dell’auto a Milano hanno chiuso contrastati: Fiat +0,4%, Fiat Industrial -0,5%, Pirelli -1,4%. Finmeccanica è scesa dell’1,6%: un calo giustificato anche dalle indiscrezioni su inattese perdite per la controllata Selex. Prysmian -0,8%. Saras è salita del 4,4% sostenuta dalla promozione a “buy” di Société Générale e dal buon andamento dei margini di raffinazione.
Il mercato sembra ancora intonato al rialzo, anche se lo spunto per ulteriori allunghi arriverà probabilmente solo dopo il superamento deciso di quota 16.500 per il Ftse Mib. E’ importante la tenuta del supporto collocato in area 16.200, la rottura del quale potrebbe preludere ad affondi in direzione di 15.700 punti.
A circa un’ora dalla chiusura delle contrattazioni Wall Street è positiva con i tre indici – Dow Jones, Nasdaq e S&P – in rialzo frazionale.
Recupera terreno il petrolio Wti dopo lo scivolone degli ultimi giorni tornando a quota 98 dollari il barile, in rialzo anche l’oro a 1.748 dollari l’oncia. Ricordiamo che domani pomeriggio sarà diffuso il report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell’energia statunitense.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...