L’angolo del fondamentalista: Azimut, Luxottica, Prysmian

Pubblicato: marzo 10, 2012 da Trading Warrior in Azimut, Ftse Mib, Luxottica, Macro, News, PiazzaAffari, Prysmian
Tag:, , ,

AZIMUT.
L’8 marzo c’è stata l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio. La società del risparmio gestito ha chiuso il 2011 con: ricavi a 326 milioni di euro; commissioni di gestione pari a 266 milioni di euro; commissioni di performance a 35 milioni, meglio dei 27 milioni attesi. Utile netto a 80,4 milioni di euro, sopra le stime pari a 76 milioni. Confermato un dividendo a 25 centesimi di euro. Ottima la raccolta di febbraio 2012 pari a 198 milioni di euro. I dati sono sopra le attese degli analisti su tutta la linea. Stupisce soprattutto il buon andamento della raccolta a febbraio. Chevreux ha alzato da 8 a 9,5 euro il prezzo obiettivo seguita da Kepler, che ha ribadito il “buy”. Nell’ultimo mese il titolo ha guadagnato oltre il 13%, mentre dai minimi di settembre 2011, quando quotava poco sopra i 4 euro, ha recuperato il 55%.

LUXOTTICA.
Secondo indiscrezioni riportate dalla stampa italiana, il gruppo Luxottica sarebbe in procinto di lanciare un’emissione obbligazionaria da 500 milioni di euro. L’obbligazione, senior, dovrebbe essere quotata in Lussemburgo, ed avere una scadenza a 5-6 anni, così da consentire l’allungamento della vita media del debito di gruppo sfruttando un positivo momento di mercato. Gli analisti giudicano positivamente l’allungamento della vita media del debito, che si andrebbe a collocare in un periodo di mercato favorevole per l’azienda e permetterebbe di coprire le necessità di rifinanziamento per i prossimi due anni. Da notare che il fatturato di Luxottica è salito ai massimi storici: 6,2 miliardi di euro nel 2011 contro i 5,8 del 2010. Nomura ha alzato il prezzo obiettivo a 29 euro.

PRYSMIAN.
Nelle ultime sedute Prysmian si è portata in intraday oltre quota 14 euro, mettendo a segno un incremento del 31,78% in sei mesi, e raggiungendo livelli che non vedeva dallo scorso luglio. La società, leader mondiale nella produzione dei cavi per l’energia e le tlc, ha comunicato il 7 marzo i dati del 2011 giudicati molto positivamente dagli analisti. I ricavi 2011 sono cresciuti dell’11,2% a 7,58 miliardi di euro. L’Ebitda rettificato è salito del 46% a 568 milioni, l’utile netto rettificato è cresciuto del 33,5% a 231 milioni di euro. Barclays ha alzato il target price a 16 euro con una raccomandazione overweight. Kepler ha fissato un giudizio buy, portando il target da 14,5 a 16 euro.

Annunci
commenti
  1. Rodchenko ha detto:

    Non ho mai seguito Azimut. Ma da lunedì lo farò senz’altro. Ma si sa quando staccano il dividendo ? Dobro

  2. Trading Warrior ha detto:

    Controlla su borsaitaliana.it o sull’ultima pagina del supplemento del sole24ore, per ogni titolo c’è anche la data dello stacco del dividendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...