Cali diffusi, correzione fisiologica o svolta?

Pubblicato: marzo 20, 2012 da Trading Warrior in Euro, Macro, News, Oro, Petrolio, PiazzaAffari, spread
Tag:, , , , , , ,

E alla fine arrivò la correzione: Wall Street apre in calo, con i tre indici principali che scendono dalle cime degli ultimi giorni: l’indice S&P500, arrivato ieri sui massimi dal maggio del 2008, è in calo dello 0,5%. Dow Jones -0,3%, Nasdaq -0,6%.
I dati sul mercato immobiliare diffusi prima del suono della campanella non entusiasmano il mercato: in febbraio sono stati aperti 698mila nuovi cantieri per abitazioni, in calo da 706mila di gennaio e contro attese per 700mila. Nello stesso mese sono state concesse 717mila licenze edilizie, in rialzo del 5,1% da 682mila, meglio del previsto (686mila).
Il dollaro si indebolisce nei confronti delle maggiori valute del globo, e il dollar index è poco sotto la parità, quarto giorno di ribasso.
Calma piatta sull’obbligazionario, il rendimento del Treasury a dieci anni scende di 2,2 punti base al 2,35%. In calo le materie prime. L’oro scende dello 0,9% a 1.649 dollari l’oncia.
Dopo due giorni di rialzo, il petrolio tipo Wti è in calo (- 2%) a 106,01 dollari il barile. Sull’obbligazionario italiano il differenziale di rendimento tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco prosegue stabile in area 285 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano si attesta al 4,88%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...