L’angolo del fondamentalista: Danieli, Saipem, Prysmian

Pubblicato: marzo 31, 2012 da Trading Warrior in Danieli, Macro, News, PiazzaAffari, Prysmian, Saipem

DANIELI realizzerà nel corso del 2012 in Serbia un impianto di produzione dell’acciaio: i primi accordi tra le parti parlano di un progetto di investimento per un totale di 500 milioni di euro. Banca Akros ha aumentato il prezzo obiettivo su Danieli da 21 a 22,8 euro. I risultati del primo semestre dell’esercizio 2011/2012 hanno messo in evidenza vendite in crescita del 9%, con un risultato superiore alle stime degli analisti che si attestavano invece a +5,3%. La redditivita’ della societa’ registra pero’ un calo maggiore (-8%) rispetto a quanto previsto da Banca Akros (-4%), ma gli esperti sottolineano che il gruppo Danieli mantiene dei buoni margini operativi. Il rating sul titolo e’ confermato ad accumulate.

SAIPEM si è aggiudicata commesse offshore per 700 milioni di dollari complessivi. Nel dettaglio, in Brasile ha siglato un contratto con Petrobras per la realizzazione del gasdotto Rota-Cabiúnas, nella Regione Pre-Salt del Santos Basin. Le attività a mare saranno realizzate principalmente dai nuovi mezzi Castorone e FDS2 e saranno completate entro il secondo trimestre 2014. Inoltre, in Arabia Saudita, Saipem si è aggiudicata da Saudi Aramco un contratto per la fabbricazione, il trasporto e l’installazione di infrastrutture marine nei campi di Marjan e Manifa. Da inizio anno la società ha acquisito nuovi ordini per 3,7 miliardi di dollari (2,8 miliardi di euro). Per l’intero 2012 sono stimati nuovi ordini per 14,7 miliardi di euro in crescita rispetto ai 12,5 miliardi realizzati nel 2011. Nomura e Barclays confermano il prezzo obiettivo di 44 euro.

PRYSMIAN. Per la ex divisione cavi della Pirelli, gli analisti di Equita Sim confermano il rating buy in considerazione della crescita degli utili e dei multipli attraenti. In aggiunta, gli esperti della banca d’affari, sottolineano che dal meeting con il management sono emersi tre aspetti principali relativi alla situazione aziendale: la sostanziale stabilita’ per le divisione cicliche, la potenziale crescita nel settore della trasmissione e nel business Telecom e la presenza di un potenziale di sviluppo nel segmento Oil&Gas. Anche il target price viene confermato a 17 euro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...