Il dato è arrivato, ma le borse restano fredde.

Pubblicato: maggio 4, 2012 da Trading Warrior in Commodities, Dow Jones, Euro, Macro, News, PiazzaAffari, Scenari
Tag:, , , ,

I future USA restano piatti dopo la diffusione del dato sui salari non agricoli: l’indicatore di aprile segnala un calo a 115mila unità, gli analisti si attendevano un aumento a 160mila. Rivista però in meglio la stima di marzo, portata a 154mila da precedente 120mila. Un po’ meglio delle attese il tasso di disoccupazione, stimato stabile all’8,2%. Le Borse europee proseguono in modo schizofrenico: in calo i listini principali, in recupero quelli periferici in vista di un week-end decisivo per il futuro dell’Europa, con le elezioni politiche di Francia e Grecia e quelle amministrative di Italia e Germania.
Il dato saliente della giornata è la forte discesa delle materie prime, a partire dal petrolio: il greggio americano Wti è scambiato a 100,8 dollari al barile, in calo dell’1,7%, dopo il ribasso del 2,5% di ieri sera. Brent a 114,8 dollari al barile (-1%). Scende anche l’oro, a 1630 dollari l’oncia (-0,4%), mentre l’argento torna alle quotazioni di gennaio a 114,8 dollari (-1%).
Il dollaro si rafforza contro l’euro 1,3126 da 1,3152 della chiusura di ieri sera.

Annunci
commenti
  1. Pivot Trader ha detto:

    Giornata che riproduce sul Ftse l’andamento dello Spread Btp-Bund10 invertendo il grafico: da manuale, insomma. Salita e poi discesa. Ottimo per gli scalper più scafati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...