I dati macro dalla Germania riportano uno spiraglio di luce: rumours su Diasorin

Pubblicato: maggio 7, 2012 da Trading Warrior in Brunello Cucinelli, Campari, Commodities, Danieli, Diasorin, Eni, Euro, Ferragamo, Fiat, Fiat Ind, Ftse Mib, Macro, News, Petrolio, Saipem, spread, Tenaris
Tag:, , , ,

La Borsa di Milano ha annullato le perdite di stamani e si muove in rialzo. L’indice FtseMib sale dell’1% attorno alle 14.00 italiane. Restano negative le altre Borse europee: Parigi -0,1%, Francoforte -0,6%, Madrid sale dello 0,9%;. Londra oggi è chiusa per festività. I future sui tre indici USA danno una partenza in calo di mezzo punto percentuale.
I listini hanno recuperato terreno dopo i dati macro positivi arrivati dalla Germania: gli ordini all’industria di marzo sono saliti del 2,2%, facendo meglio del +0,5% previsto dagli economisti. Rivisti al rialzo anche gli ordini di febbraio a +0,6% dal precedente +0,3%. Le elezioni tengono banco in Europa: il ballottaggio in Francia ha portato alla vittoria del socialista François Hollande, già in vantaggio al primo turno, ma la vera “bomba” destabilizzante è il risultato delle elezioni politiche in Grecia, dove i due partiti che per decenni hanno dominato la politica greca e che in questi ultimi anni hanno sostenuto l’austerity imposta da Ue/Fmi hanno subito un tracollo ottenendo insieme il 32% dei consensi e solo 149 dei 300 seggi in parlamento. Ogni ipotesi di formazione di un nuovo governo appare in questo momento incerta e precaria, in uno scenario che riporta d’attualità la prospettiva di un’uscita di Atene dall’euro. La Borsa di Atene precipita in ribasso dell’8,8%. L’euro è in recupero dal minimo di stamattina (1,300) ed è scambiato a 1,3037 contro il dollaro, da 1,2981 di stamani.
Sul mercato dei titoli di Stato, lo spread fra il Btp decennale e il Bund si restringe a 384 dai massimi di questa mattina a 391 punti, ma resta comunque in rialzo rispetto alla chiusura di venerdì (382).
Sul listino milanese sono in recupero le banche, mentre fra i titoli industriali, recuperano Fiat, Pirelli e Fiat Industrial -0,4%. Il petrolio recupera terreno e si porta sopra i 97 dollari il barile, dopo il tonfo recente, e ne beneficiano Eni e Saipem, mentre resta al palo Tenaris. A2A corre al rialzo ( +3%) sull’ipotesi di un possibile ingresso nel consiglio di gestione di Stefano Cao, ex amministratore delegato di Saipem ed ex direttore generale di Eni. In forte progresso Diasorin, sospesa più volte durante la seduta di stamani con il titolo a 21,9 euro sulle indiscrezioni di una fuoriuscita della concorrente Siemens dal mercato della vitamina D americano. Bene i titoli del lusso: Ferragamo +3%. Cucinelli +1,9%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...