Seduta record per volatilità, i buoni dati USA non dissipano i timori per l’Eurozona

Pubblicato: maggio 16, 2012 da Trading Warrior in Banca Pop. Milano, Banco Popolare, Bce, Eni, Euro, Fiat, Fiat Ind, Finmeccanica, Ftse Mib, Macro, News, Oro, Paesi periferici eurozona, Petrolio, PiazzaAffari, Saipem, spread, Stm, Telecom Italia, Tenaris
Tag:, , , , , , ,

Si chiude una giornata nervosa per le Borse europee, dominate da una forte volatilità e frequenti inversioni di rotta. A Milano l’indice Ftse Mib chiude a quota 13.283,55 (-0,21%), il Ftse Italia All-Share a 14.292,39 (-0,38%), mentre il Ftse Italia Star ridiscende sui 10.125,24 punti (-0,55%). Chiusura mista per le principali Borse europee, con l’indice Cac 40 di Parigi che sale dello 0,31% a 3.048,67 punti; il Ftse 100 di Londra perde lo 0,6% a 5.405,25 punti e il Dax di Francoforte lascia lo 0,26% a 6.384,26 punti. In netto calo l’Ibex di Madrid, che registra un ribasso dell’1,33% a 6.611,5 punti e il Ftse Athex 20 di Atene, che arretra del 2,92% a 206,16 punti.
I dati positivi dell’economia USA hanno fornito lo spunto, nel pomeriggio, per un breve rimbalzo, che però non ha avuto la forza di consolidarsi fino alla chiusura delle contrattazioni. La persistente instabilità della Grecia e il rischio che il Paese abbandoni l’euro domina l’attenzione degli investitori, rendendoli ipersensibili a ogni notizia. L’instabilità politica ad Atene istiga alla fuga dai capitali di Italia e Spagna, con Madrid che ha mostrato in giornata uno spread fino a 507 punti base, con i Bonos arrivati vicini a livelli insostenibili. Lo spread Btp/bund viene invece fissato a quota 432,4 punti base. L’annuncio che nel pomeriggio Angela Merkel avrebbe fatto una dichiarazione pubblica è stato immediatamente interpretato come un evento rilevante per le Borse. Invece, la cancelliera si è solamente occupata di politica interna. La Borsa americana oggi ha beneficiato delle buone indicazioni dall’economia Usa: nel mese di aprile la produzione industriale è salita dell’1,1%, una crescita quasi doppia rispetto al +0,6% prevista in media dagli economisti. Anche dal settore edilizia sono arrivati dati positivi: in aprile sono stati aperti 717mila nuovi cantieri, più dei 685mila previsti.
In Europa si è visto un tentativo di rimbalzo nel settore bancario e dei titoli finanziari. A Milano sono salite Unicredit +0,5% e Intesa +2%. Banco Popolare ha chiuso in lieve calo (-0,1%), Popolare Milano ha guadagnato il 4,3%, Popolare dell’Emilia +2,4%. Fra i titoli industriali spicca il rialzo di Finmeccanica +4,5%, spinta dalle voci di un possibile ingresso nel capitale della francese Thales. Fiat è avanzata dell’1,1%, mentre Fiat Industrial ha chiuso in ribasso dell’1,9%. StM è salita dell’1%. Telecom Italia ha chiuso in calo dello 0,2%, nonostante la promozione di Goldman Sachs che ha alzato il giudizio a neutral da sell. Buon rialzo di Terna +1,4%, che ha presentato risultati del primo trimestre migliori delle attese. E’ proseguita la caduta di Iren -10% dopo risultati deludenti del primo trimestre. Tra i petroliferi in calo Eni (-0,43% a 16,11 euro), nonostante la nuova scoperta giant di gas naturale nell’Area 4 dell’offshore del Mozambico, effettuata nel prospetto esplorativo Coral 1. Invariata Saipem, dopo una seduta molto volatile che la vede fotografata a 32,85 euro, mentre Tenaris è in rialzo frazionale (+0,43%).
Alle 19.00 italiane Wall Street è in rialzo con i tre indici in rialzo frazionale. Il petrolio wti risale la china a 93 dollari il barile, l’oro cala a 1.544 dollari l’oncia, il cross euro/dollaro si stabilizza a 1,2737.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...