Dopo una prova di rimbalzo durata circa mezz’ora le Borse europee ripiegano con gli occhi puntati all’indice Pmi sull’eurozona e all’indice Ifo che saranno diffusi a meta’ mattina. L’indice FtseMib cede lo 0,6%. Nel frattempo le agenzie di rating affilano le armi: “C’e’ spazio perche’ S&P tagli ancora il rating” della Spagna “nel corso dell’anno a BBB”. Lo sostiene in una nota Citi, aggiungendo che anche Moody’s potrebbe tagliare nuovamente la propria valutazione sulla Spagna. Nel dettaglio, Citi prevede che entro 9 mesi S&P porti il rating su Madrid a BBB e a BBB- entro 2-3 anni, mentre Moody’s lo dovrebbe tagliare a Baa1 entro 9 mesi. Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, ieri ha espresso l’auspicio che al voto del prossimo 17 giugno in Grecia il nuovo governo “faccia la scelta” di un futuro più prospero all’interno dell’area euro. Le parole di Van Rompuy sono arrivate dopo le indiscrezioni sull’ennesimo piano per il ritorno di Atene alla dracma, indiscrezioni che hanno fatto crollare ieri le borse, e che sono state smentite dai diretti interessati. A piazza Affari vanno a rotoli i bancari con in testa Pop. Milano, Banco Popolare e Unicredit. Continua al debacle di Pirelli tra gli industriali, mentre si mettono in evidenza con rialzi di oltre un punto percentuale Stm e Diasorin. Bene anche Montepaschi e A2a.
Il petrolio wti prova a reggere sopra quota 90 dollari il barile dopo essere scivolato, ieri, a 89. Oro praticamente stazionario a 1.558 dollari l’oncia, cross euro/dollaro a 1,2543.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...