Massacro infinito

Pubblicato: giugno 1, 2012 da Trading Warrior in Bce, Euro, Fiat, Fiat Ind, Ftse Mib, Generali, Macro, News, PiazzaAffari, Prysmian, spread, Tenaris
Tag:, , , , , , ,

Francoforte trascina al ribasso le borse UE. Il Dax è in calo del 2,1%. Parigi arretra dell’1,65%, Londra -0,88%. Il Ftse Mib è in calo di oltre un punto percentuale e si colloca in area 12.740 punti. Alcuni analisti sostengono che la debolezza di Francoforte si spiega con il rallentamento dell’attività in Cina, Paese con cui la Germania ha fortissimi legami commerciali. L’indice Pmi ufficiale cinese a maggio è sceso a 50,4 punti dai 53,3 di aprile, sotto le attese di 52,2. Non bastano a rincuorare i mercati i dati macro che arrivano da Francoforte leggermente sopra le attese. A maggio l’attività manifatturiera tedesca, è salita a 45,2 punti dai 45 precedenti e sopra le attee. Un dato pmi sotto i 50 punti indica comunque contrazione. Pessime indicazioni dal Regno Unito dove l’attività manifatturiera si è contratta a una velocità maggiore a maggio da tre anni a causa del rallentamento globale che ha colpito la domanda di beni inglesi. L’indice Pmi è sceso il mese scorso a 45,9 dal livello rivisto al ribasso di 50,2 registrato ad aprile, la lettura più bassa da maggio 2009. Si tratta del secondo ribasso più forte nella storia ventennale dell’indice.
Gli investitori restano cauti in attesa degli indicatori chiave sull’occupazione Usa dopo alcuni dati deludenti arrivati ieri dagli Stati Uniti, a cui si sono aggiunte nella notte indicazioni deboli sull’industria cinese. Negli USA i dati sul mercato del lavoro di maggio dovrebbero mostrare un aumento del numero degli occupati di 150.000 unità. Sul mercato dei titoli di Stato il Btp decennale segna un rendimento del 5,88%,in rialzo di 6 punti da ieri. Invariato lo spread con il Bund a 471 punti base.
Fra le blue chip di Piazza Affari in evidenza Generali, in rialzo dopo la notizia che domani si terrà un cda straordinario per votare la sfiducia all’amministratore delegato Giovanni Perissinotto.
Mediobanca, primo azionista di Generali, sale del 3,6%. Le altre banche sono poco mosse. Brutta mattinata per Tenaris a Piazza Affari, in scia al downgrade del Credit Suisse da neutral a underperform, che fissa il prezzo obiettivo a 15 euro. L’azione scende del 5,36% a 12,19 euro. Male gli altri industriali: Prysmian arretra del -3,4%, Fiat Industrial perde il -4,4%. Si difende meglio Fiat che arretra dell’1,3%.
Alle 12.45 ora italiana il petrolio Wti scende a 84,62 dollari il barile (-2,21%), l’oro scende a 1.554 dollari l’oncia, mentre il cross euro/dollaro vede la moneta unica passare di mano a 1,2329.
I risultati preliminari non ufficiali del referendum sulla ratifica del fiscal compact in Irlanda indicano che quasi il 60% degli elettori ha votato sì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...